Mate in Italia per il primo controllo

di Alice Capucci

Mate cammina, quasi corre. É tornato a fine maggio in Italia da Batumi, Georgia, insieme a Laura e a mamma Inga per una risonanza magnetica di controllo a sei mesi dall’intervento chirurgico durante il quale il dottor Ercole Galassi e la sua équipe dell’Ospedale Bellaria di Bologna hanno rimosso una cisti che comprimeva il midollo spinale.


Tutti sono stati pronti ad aiutare nuovamente il piccolo e la Comunità Papa Giovanni XXIII, e tutti felici e piacevolmente sorpresi dai rapidi progressi di Mate! Non solo la risonanza ha mostrato la perfetta riuscita dell’intervento, ma i medici hanno potuto constatare i passi da gigante fatti da Mate in questo breve periodo. Ora dovrà fare controlli diagnostici ogni 18 mesi, camminare scalzo per rinforzare i muscoli dei piedini e mettere dei plantari quando usa le scarpe.

Anche in questo viaggio lontano da casa Mate è stato accolto da tanti amici, parte anche loro di questa grande famiglia: in primis Probone Italia che ha coperto nuovamente tutte le spese sanitarie, il dottor Alessandro Gasbarrini, presidente di Probone, che ha visitato Mate durante la sua permanenza in Italia, i dottori Ercole Galassi e Mariella Lefosse, chirurghi che hanno operato Mate e constatato con gioia e soddisfazione il suo stato di salute, Antonella Cersosimo, il medico fisiatra che ha seguito Mate insieme agli altri specialisti, Milena Zanacchini di Progettiamo Autonomia, azienda che ha donato a Mate nuovi plantari e scarpine ortopediche, Irene di Probone e Rita Mazza della Ausl di Bologna che hanno seguito Laura passo passo nella gestione di tutta la parte logistica.


Un immenso grazie a tutte queste persone meravigliose e anche al personale sanitario e ai volontari di Bimbo Tu che hanno salutato il piccolo Mate con tanto affetto in questo secondo prezioso viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *